L'Ordine

News

Leggi

Albo

Modulistica

Formazione

Società tra professionisti

ECM

Convegni Ordine

EventiAnnunciConcorsi pubbliciVademecumVaccinazioniPubblicazioniPer pazienti

Assicurazione

CertificatiPubbliche Amm.ONAOSIFeder.S.P.Ev.Avvisi - TruffeLink

Amm. Trasparente

Amministrazione TrasparenteDisposizioni GeneraliOrganizzazioneConsulenti e collaboratoriPersonaleBandi di concorsoPerformanceEnti controllatiAttività e ProcedimentiProvvedimentiControlli sulle impreseBandi di gara e contrattiSovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economiciBilanciBeni immobili e Gestione patrimonioControlli e rilievi sull'amministrazioneServizi erogatiPagamenti dell'amministrazioneOpere pubblichePianificazione e governo del territorioInformazioni ambientaliInterventi straordinari e di emergenzaAltri contenuti - CorruzioneAltri contenuti - Accesso civicoAltri contenuti - Accessibilità e Catalogo di dati, metadati e banche datiAltri contenuti - Dati ulterioriArchivio
Calendario per visualizzare gli eventi.

24/01/2018 - Fondi europei, occhio alle truffe

“Buongiorno dottore, sa che l’Unione europea mette a disposizione dei fondi per i medici e gli odontoiatri? Lo dice anche l’Enpam. E sa che noi possiamo farle ottenere un rimborso per le spese sostenute negli anni passati? È sufficiente acquistare il nostro software…”.

Attenzione a telefonate di questo tipo. Sono giunte all’Enpam alcune segnalazioni relative a società di servizi che si presentano come consulenti in finanziamenti europei per i professionisti, chiamando in causa la Fondazione.

Le persone in questione offrono consulenza per lo sviluppo di progetti europei e chiedono delle cifre che possono andare da poche centinaia a qualche migliaia di euro, garantendo finanziamenti a fondo perduto provenienti dall’Unione Europea.

Questi soggetti sostengono che Bruxelles ha messo loro a disposizione dei fondi ingenti finanziati anche al 100 per cento, addirittura per spese già sostenute, e che basta solo fare domanda per ottenerli.

Le persone in questione sono dei truffatori e dopo aver ricevuto l’importo richiesto quasi sempre si rendono introvabili. Inoltre non hanno nulla a che fare con strutture istituzionali che garantiscono serietà e correttezza.

È opportuno non sborsare le cifre richieste, anche se modeste, e segnalare l’accaduto ai Centri Europe Direct presenti sul territorio o agli Uffici della Rappresentanza della Commissione europea.

Per essere assistiti personalmente, il suggerimento è di rivolgersi a un consulente di fiducia.  L’Associazione degli enti previdenziali privati (Adepp), ad esempio, ha stretto una convenzione con Coopération Bancaire pour l’Europe (http://www.cbe.be/home), società specializzata nel settore con sede a Bruxelles.  Per gli iscritti Enpam gli sconti vanno dal 20 al 45 per cento.

ENPAM data pubblicazione : 23/01/2018

Torna alle news 
OK

Questo sito utilizza i cookies al fine di migliorare il servizio ai propri utenti. Informazioni più dettagliate sono riportate nelle note informative estese. Mantenere l’accesso al sito comporta automaticamente di acconsentire all'utilizzo dei cookies. Informativa