Zuständiger Arzt - Betriebsarzt

Ministero Lavoro e Politiche Sociali - incompatibilita tra attivita di vigilanza e ruolo di medico competente


08.06.2017 - Elenco Medici competenti: arrivano i chiarimenti di Ministero e Fnomceo

Buone notizie per i medici competenti – quelli che collaborano alla valutazione dei rischi ed effettuano la sorveglianza sanitaria dei lavoratori – che, pur in regola con l’aggiornamento ECM, fossero stati cancellati dall’apposito elenco nazionale a seguito di omessa comunicazione dei crediti conseguiti.

Ad affermarlo è una Circolare congiunta Ministero della Salute- Fnomceo che, tra gli altri punti, chiarisce che “per poter svolgere le funzioni di medico competente risulta necessario il possesso del titolo e del requisito dell’aggiornamento ECM, mentre non risulta parimenti indispensabile la presenza in elenco, stante la funzione riepilogativa e non abilitativa dello stesso”.

 


 

17/01/2017 - Protocollo intesa Ministero della Salute-FNOMCeO e aggiornamento-revisione elenco nazionale medici competenti


20.12.2016 - natura giuridica elenco MC - obblighi e conseguenze mancata iscrizione

chiarimenti sulla natura giuridica dell'elenco medici competenti - obblighi e conseguenze mancata iscrizione in elenco


24.03.2016 - Comunicazione Medico Competente MANUALE

Comunicazione Medico Competente è l'applicazione online dedicata ai medici competenti per la gestione della comunicazione dei dati di sorveglianza sanitaria in un'ottica di standardizzazione metodologica e procedurale per la trasmissione delle informazioni alla ASL di riferimento.


Richiesta convenzione proposta formativa Fad con crediti ECM


24.03.2016 - Applicazione del decreto 26 novembre 2015 pubblicato sulla G.U. n. 33/16


18.02.2016 - Modifiche al decreto 4 marzo 2009 di istituzione dell'elenco nazionale dei medici competenti in materia di tutela e sicurezza sui luoghi di lavoro

Die bis am 31.12.2014 fehlende CME Credits können innerhalb dem 30.06.2016 nachgeholt werden


FNOMCeO - Corso Fad per medici competenti

Rischio nei videoterminali: il medico competente al lavoro

Il corso, eroga 5 crediti ECM ed è dedicato alle ricadute dell'uso dei videoterminali sulla Salute dei lavoratori e agli adempimenti medico-legali per rendere sicuri gli ambienti di lavoro.

IN MODALITA' ON LINE

Scadenza 19 giugno 2016

 


 

22.05.2015 - Focus Medici competenti: quadro normativo e sanzionatorio

A fronte di numerose richieste di chiarimenti da parte di Iscritti cancellati dall'elenco Nazionale dei Medici Competenti perchè non in regola con l'obbligo ECM, pubblichiamo, di seguito, alcuni chiarimenti forniti dall'Ufficio Legale della FNOMCeO.


17.04.2015 - Allineamento formativo su dossier formativo Co.Ge.A.P.S.


15.04.2015 - Ecm, Fnom tratta con ministero riammissione a un anno di chi torna in linea con i crediti

«Non c'è nessun atteggiamento punitivo del Ministero della Salute verso i medici competenti o verso i medici tutti. La cancellazione di 6 mila medici dall'elenco dei medici competenti nasce dalla necessità di attuare l'obbligo di aggiornamento previsto dal decreto legge 81 del 2008, un obbligo che - per giunta - andava soddisfatto da fine 2013 e per il quale è stato concesso già un anno di proroga». Lo afferma Luigi Conte Segretario Fnomceo ed esponente ordinista nella commissione nazionale per la Formazione continua a margine di un incontro con i funzionari del Ministero della Salute. Obiettivo: stemperare il clima di tensione sorto dopo che a Pasquetta l'elenco degli iscritti al Registro ministeriale dei medici competenti è sceso da 11 a 5 mila nomi. In 6 mila non avrebbero totalizzato i 150 crediti in tre anni (di cui 105 almeno in medicina del lavoro) previsti dal Testo unico per la sicurezza sul lavoro per continuare a svolgere la sorveglianza sui lavoratori delle aziende.

Al Ministero, Conte ha visto confermata la disponibilità a salvare i medici depennati per disguido. «Inoltre, ci sono buone possibilità per chi è un po' sotto il numero di crediti previsto di mettersi in regola non alla fine del triennio formativo, come proposto inizialmente dal Ministero, ma entro un anno come proposto da noi di Fnomceo; e basterebbe presentare l'autocertificazione. Su questa strada c'è una condivisione con i dirigenti ministeriali». Nessun intento repressivo dunque da parte delle istituzioni verso chi non si aggiorna. Anzi: «Al comitato centrale Fnomceo dopodomani discuteremo la possibilità di stipulare una convenzione con il Ministero perché siano gli Ordini provinciali o -in caso di difficoltà a livello periferico - un meccanismo interno alla Professione a gestire direttamente gli elenchi dei medici competenti». Il rischio che le regioni depennino medici convenzionati o dipendenti che nei tre anni hanno totalizzato meno di 75 crediti non è attuale: «Per i medici competenti c'è una disposizione di legge da applicare- sottolinea Conte - invece nel Ssn si sta imponendo un meccanismo che anziché punire chi non si aggiorna, premia chi si aggiorna: essere in linea con l'Ecm è necessario per partecipare a concorsi e per gli scatti di fascia in ospedale. In secondo luogo, gran parte dei medici "tagliati" di fatto non esercitano la funzione di medico competente (solo in 5 mila attestano ogni anno di aver fatto la sorveglianza sanitaria sui lavoratori, ndr) e dunque non avrebbero interesse a stare in elenco. Il problema è che in quei 6 mila c'è una percentuale cancellata ingiustamente. A questi ultimi il Ministero offre la chance di certificare -ed anche autocertificare - in qualsiasi momento di essere in regola, e la riammissione è automatica. Può essere infatti accaduto a qualcuno in regola di essere depennato perché i suoi crediti non erano arrivati: i provider per legge hanno 90 giorni per far registrare i crediti conseguiti dai partecipanti ai loro corsi; tale sfasatura è uno tra i motivi che giustificano l'attuale difficoltà esistente nel poter dire quanti medici oggi sono in regola con il fabbisogno di crediti Ecm e quanti non lo sono».

DoctorNews del 15 aprile 2015


Termine trasmissione dati aggregati sanitari e rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria

Medici competenti - Trasmissione entro il 31 marzo 2015 dei dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria


06.02.2015 - INAIL - COMUNICAZIONE DEL MEDICO COMPETENTE

Dal 1° gennaio al 31 marzo i medici competenti devono trasmettere, esclusivamente per via telematica, i dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori sottoposti a sorveglianza sanitaria, entro il primo trimestre di ogni anno successivo a quello di riferimento (decreto legislativo 81/2008 articolo 40). Per coloro che hanno effettuato la comunicazione per l'anno 2013, la procedura permette facoltativamente l'importazione automatica dei dati per trasmetterli, aggiornati, per l'anno 2014. 

Procedura:

Riferimenti (CTRL + clic per aprire il coll):

 

Perelli News 06.02.2015


05.02.2015 - Crescono i contenziosi

Medico competente, crescono i contenziosi. L'esperto: troppe visite e non
per ridurre i rischi

Il futuro dei circa 8 mila medici competenti italiani non è fatto tanto di sorveglianza sui lavoratori e visite di idoneità quanto di sopralluoghi sul posto di lavoro e di valutazione dei rischi nonché di studio di misure di contrasto e riduzione. E' la posizione emergente in questa disciplina composta da specialisti in medicina del lavoro o in igiene o che hanno praticato per 4 anni l'attività prima del 1991, anno in cui la specialità è diventata un "must".


Istanze di interpello presentate dalla Federazione

Istanze di interpello presentate dalla Federazione - Risposte della Commissione Interpelli del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali


Ferite da taglio o da punta nel settore ospedaliero

Ferite da taglio o da punta nel settore ospedaliero e sanitario - Sorveglianza sanitaria negli studi medici e odontoiatrici con lavoratori - Risposta del Ministero della Salute

Berufskrankheit - berufliche Tätigkeit in Beziehung stehende Krankheit

Zur Kenntnis veröffentlichen wir die Mitteilung des Betrieblichen Dienstes für Arbeitsmedizin - Abteilung ärztliches Arbeitsinspektorat des KH Bozen bezüglich der Ärztlichen Bescheinigungen


Medici competenti: Risposta Ministero Lavoro istanza FNOMCeO

Medici competenti - Risposta della Commissione Interpelli del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali alla istanza di interpello della FNOMCeO


Prevenzione ferite da taglio o da punta settore ospedaliero-sanitario

D.LGS 19/14 Prevenzione delle ferite da taglio o da punta nel settore ospedaliero e sanitario


Medico competente per i taglienti, dal 25 Marzo è obbligo europeo

Medico competente per i taglienti, dal 25 Marzo 2014 è obbligo europeo


Medici Competenti ECM

Medici Competenti - obbligo ECM

Trasmissione dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori


Trasmissione dati sorveglianza sanitaria


metodo offerta a ribasso o offerta economicamente più vantaggiosa

Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro – Medici competenti – avviso pubblico per il conferimento dell'incarico di medico competente ai sensi del D.Lgs. 81/08 e successive modificazioni e integrazioni secondo il metodo dell'offerta a ribasso o dell'offerta economicamente più vantaggiosa


Medico competente: domande di iscrizione nell'elenco

DIRITTO SANITARIO 22 marzo 2013

 

Medico competente: domande di iscrizione nell'elenco

 

Il fatto - Un laureato in medicina, conseguita la specializzazione in igiene e medicina preventiva, ha presentato richiesta di iscrizione nell'elenco nazionale dei medici competenti in materia di prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro istituito presso il Ministero della Salute. La domanda non è stata accolta in quanto l'interessato dopo la specializzazione, non aveva seguito i percorsi formativi previsti dall'art. 38, co. 2 del d.lgs. 81/2008. Il Tar Marche chiamato a decidere sulla questione, ha respinto il ricorso proposto dal sanitario che ha agito, conseguentemente, dinanzi al Consiglio di Stato.

 

Profili di diritto - Il Collegio, in particolare, ha dovuto decidere sulla contestazione sollevata dal medico in ordine alla mancata istituzione dei corsi previsti dal decreto legislativo in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro nonostante il lungo tempo trascorso dalla riforma del 2008 nel senso che egli non li aveva frequentati solo perché non ancora istituiti. Il legislatore ha valutato necessario che i medici in possesso della specializzazione in igiene e medicina preventiva o in medicina legale, per svolgere le funzioni di medico competente, debbano avere frequentato, dopo la specializzazione, gli appositi percorsi formativi universitari da definire con apposito decreto del Ministero dell'Università e della ricerca di concerto con il Ministero del lavoro, della Salute e delle politiche sociali. Ciò sul presupposto che la specializzazione in igiene e medicina preventiva non sia pienamente sufficiente e, comunque, non sia del tutto equiparabile agli altri titoli contemplati dallo stesso art. 38 fra cui, in particolare, la specializzazione o la docenza in medicina del lavoro per i quali, invece, non è richiesta una simile integrazione formativa. Il mancato accoglimento della domanda proposta a causa della non frequenza dei percorsi formativi universitari ancora da definire, nonostante l'inerzia delle amministrazioni interessate che non vi hanno provveduto tempestivamente, non appare illegittimo tenuto conto del tenore della norma.


21.02.2013 - Mitteilung FNOMCeO (im Originaltext)


Nationales Verzeichnis und Verzeichnis der Provinz

I sanitari che svolgono l'attività di medico competente in qualità di dipendenti o collaboratori di una struttura esterna pubblica o privata convenzionata con l'imprenditore, liberi professionisti e dipendenti del datore di lavoro, sono tenuti a comunicare il possesso dei titoli e requisiti abilitanti per lo svolgimento di tale attività (Decreto legislativo n. 81 del 9 aprile 2008) al Ministero della salute, il quale provvede all'aggiornamento annuale effettuando verifiche anche a campione, dei requisiti e dei titoli autocertificati.
L'elenco Nazionale dei medici competenti è tenuto presso l'Ufficio II della Direzione Generale della prevenzione sanitaria in base al Decreto dirigenziale 4 marzo 2009 (G.U. serie generale n.146 del 26 giugno 2009).

Al fine di svolgere una funzione di garanzia e certazione in riferimento peraltro ad eventuali richieste di cittadini, pubbliche amministrazioni, aziende private e tribunali e al fine di evitare palesi discrepanze tra l'elenco provinciale e l'elenco nazionale dei medici competenti si chiede gentilmente ai spett.li medici di inoltrare la domanda anche all'Ordine di appartenenza.

 

Richiesta all'Ordine elenco provinciale - scarica:

 

Richiesta al Ministero elenco Nazionale - scarica:


26.09.2012 - Mitteilung FNOMCeO

Nota della FNOMCeO trasmessa al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca inerente alla attivazione del Master abilitante per le funzioni di medico competente


02.08.2012 - Mitteilung FNOMCeO

Medici Competenti: Contenuti e modalità di trasmissione delle informazioni relative a dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori ...


Art. 38 - Gesetzesdekret vom 09. Aprile 2008, Nr. 81


Einschreibung in das Verzeichnis des zuständigen Arztes

I medici chirurghi iscritti ai relativi Ordini Provinciali che siano in possesso dei titoli e dei requisiti previsti dall'art. 38 del Dlgs 81/2008 e che vogliano essere iscritti negli elenchi provinciali dei medici competenti devono fare apposita domanda all'Ordine di appartenenza ai sensi dell'art. 46 del Dpr 445/2000.

Al fine di esercitare una corretta funzione di certazione i medici interessati sono tenuti a presentare il modello di domanda allegato e che in ogni caso potrà reperire e compilare e spedire (tramite posta elettronica certificata) direttamente.

Un'apposita Commissione nominata dall'Ordine valuterà titoli e requisiti e precisamente:
- Specializzazione in medicina del lavoro o in medicina preventiva dei lavoratori e psicotecnica;
- Docenza in medicina del lavoro o in medicina preventiva dei lavoratori e psicotecnica o in tossicologia industriale o in igiene industriale o in fisiologia e igiene del lavoro o in clinica del lavoro;
- Autorizzazione di cui all'art. 55 del D.lgs 277/1991.

Gli specialisti in igiene e medicina preventiva o in medicina legale che non possiedono il requisito di avere svolto le attività di medico competente per almeno un anno nell'arco di tre anni anteriori all'entrata in vigore del D.lgs. 81/2008, ai fini dello svolgimento di tale attività, devono seguire un percorso formativo universitario articolato in attività di tipo professionalizzante e in attività didattica frontale e a piccoli gruppi, strutturate in corso di studio della durata di almeno un anno e costituito da un numero di crediti formativi universitari (cfu) pari a 60, al termine del quale verrà rilasciato un diploma di master di II livello abilitante per lo svolgimento delle funzioni di Medico Competente (art. 1 comma 1 Decreto interministeriale 15 novembre 2010).

Si ricorda infine che a decorrere dal programma triennale di educazione continua in medicina 2011/2013 i medici competenti dovranno trasmettere agli Ordini provinciali di appartenenza la certificazione o l'apposita autocertificazione atta a comprovare il rispetto dell'obbligo formativo di cui all'art. 38, comma 3, del D.Lgs 81/08 necessario per poter svolgere le funzioni di medico competente, laddove è previsto che i crediti da conseguire dovranno essere non inferiori al 70 per cento del totale, nella disciplina «medicina del lavoro e sicurezza degli ambienti di lavoro».


01.07.2011 - Mitteilung FNOMCeO

Verzeichnis Betriebsärzte der Provinz - zuständige Ärzte für Aufsichtstätigkeit

Art. 39, Absatz 3, des Gesetzesdekrets 81/08 und nachfolgende Änderungen "... der Beschäftigte (Angestellte) einer öffentlichen Struktur (öffentlichem Gesundheitswesen), der der Abteilung bzw. dem Dienst (Arbeitsmedizin - Klinische Abteilung und ärztliches Arbeitsinspektorat) für Aufsichtsätitgkeit zugewiesen ist, darf mit keinem Titel und in keinem Teil des Staatsgebietes als Betriebsarzt tätig sein ..."


27.05.2011 - Mitteilung FNOMCeO

Gesundheitsüberwachung - Zuständige Ärzte: Rundschreiben des Ministeriums für Arbeit und Soziales mit dem Titel "Erläuterungen zu den Änderungen Art. 38, Absatz 1 des Gesetzesdekrets Nr. 81/08, eingeführt durch das Gesetzesdekret Nr. 106/09

"... Angehörige Sanitäter der Streitkräfte, einschließlich der Carabinieri, der Staatspolizei und der Finanzpolizei (Guardia di Finanza) die die Tätigkeit des Arztes im Bereich der Arbeit für mindestens vier Jahre (Artikel 38, Absatz 1, Buchstabe d-Bis des Dekrets Nr. 81/08) ausgeübt haben, dürfen weiterhin diese Tätigkeit bei denselben Behörden ausüben, nicht aber im privaten Bereich..."


07.12.2010 - Master abilitante

Decreto Interministeriale 15 novembre 2010 - Master abilitante per le funzioni di Medico Competente - elenchi provinciali dei Medici Competenti

 

"... Art. 38, Absatz 2, des Gesetzesdekrets 81/08 sieht vor, dass Ärzte, die den Facharzttitel für Öffentliches Gesundheitswesen und Sozialmedizin oder für Rechtsmedizin besitzen, "verpflichtete sind, spezifische Hochschulausbildungen (Master) zu besuchen ..." ..."


13.01.2010 - Angleichung Listen

Elenchi provinciali medici competenti e relativo allineamento con l'elenco nazionale


30.11.2009 - Mitteilung FNOMCeO

Elenchi provinciali medici competenti


24.09.2009 - Mitteilung FNOMCeO

D.Lgs. 106/09 - Sorveglianza sanitaria - titoli e requisiti del medico competente e relativi obblighi


05.06.2008 - Mitteilung FNOMCeO

D.Lgs. 81/08 - Zuständiger Arzt: Titel, Voraussetzungen, Pflichten und Verantwortung


Gesetzesdekret vom 09. Aprile 2008, Nr. 81

Einheitstext zum Arbeitsschutz
(gesetzesvertretende Dekret vom 9. April 2008, Nr. 81 koordiniert mit den ergänzenden Bestimmungen des gesetzesvertretenden Dekrets vom 3. August 2009, Nr. 106)


NÜTZLICHE LINKS