News CME

15.07.2019 - Ultime novità

ECM - ULTIME NOVITA' (da Omceo Alessandria - 5 luglio 2019): Allarme sanzioni ECM Obbligo formativo ECM - verificare i crediti mancanti - entro il 31/12/2019 completare il fabbisogno formativo ... da Omceo Alessandria tutta l'ECM minuto per minuto !!!

IN BREVE n. 028-2019 a cura di Marco Perelli Ercolini


08/07/2019 - Novità sui corsi FAD della FNOMCeO

Corsi disponibili sulla piattaforma FadInMed: 

 

Disponibile sulla piattaforma della Fondazione Paci "Consapevolezza  Ascolto - Riconoscimento - Empatia. Prevenire, riconoscere e disinnescare l'aggressività e la violenza contro gli operatori sanitari" - 50 crediti ECM - corso FAD.


05.07.2019 - Formazione Ecm diventa obbligo con sanzioni

Formazione Ecm diventa obbligo con sanzioni. Fnomceo a fine anno avrà i nomi dei medici indietro con i crediti

La Formazione continua diventa un obbligo con sanzioni per chi non lo rispetta. Sta finendo il tempo in cui si potevano totalizzare meno crediti di quanti ne chiedesse lo specifico fabbisogno di medico, odontoiatra, farmacista. Dal 2020 il nuovo triennio formativo richiederà 150 crediti da modificare con eventuali abbuoni dovuti alla partecipazione a programmi come il Dossier sanitario o a situazioni particolari concomitanti (gravidanza, specializzazione, master). Tutto questo è contenuto in una dettagliata comunicazione del presidente Fnomceo Filippo Anelli in cui si invitano gli Ordini a verificare che gli iscritti si aggiornino con i crediti ECM e risultino in regola con i fabbisogni tassativamente entro il 31 dicembre prossimo.

DoctorNews33 05/07/2019


03.07.2019 - Ecm, sei in regola?

Il programma di formazione continua è attivo in Italia dal 2002, ma sono ancora molti i dubbi e le perplessità. Una recente indagine ha evidenziato il rischio che un'alta percentuale di professionisti sanitari non sia in regola al termine del triennio 2017-2019, mentre il 30 aprile scorso è scattata la prima sospensione verso un odontoiatra di Aosta.

Benché le occasioni di formazione siano diverse e si siano diversificate ulteriormente negli ultimi anni, restano molte anche le difficoltà per la componente medica e quella odontoiatrica.

a cura di Eva Antoniotti - ENPAM


21.06.2019 - DISPOSIZIONI ECM PER IL TRIENNIO 2017-19

LE NUOVE REGOLE

Numero massimo crediti: Tutti gli iscritti agli Albi (DIPENDENTI O LIBERI PROFESSIONISTI) hanno l'obbligo di conseguire 150 crediti formativi nel triennio 2017-2018-2019 diminuiti di eventuali riduzioni, esoneri ed esenzioni personali, ma hanno la possibilità di acquisire, per singolo anno, i crediti in maniera flessibile, in quanto sono stati ABOLITI I LIMITI MINIMI E MASSIMI ANNUALI PER L'ACQUISIZIONE DEI CREDITI (Determina 07.07.2016 C.N.F.C. ) Pertanto, nel rispetto dell'obbligo formativo individuale triennale (diminuito di riduzioni derivanti da esoneri ed esenzioni), è possibile acquisire i crediti senza l'obbligo di rispettare i limiti minimi e massimi annuali. (Determina CNFC 23.07.2014 - 10.10.2014 e Determina 07.07.2016).

IN BREVE n. 024-2019 a cura di Marco Perelli Ercolini


 

21/06/2019 - ECM - TUTTI I CREDITI ENTRO L’ANNO

Corsa ai crediti, entro l'anno vanno sanati i ritardi... (possibilità per tutti i professionisti sanitari che nel triennio 2014-2016 non abbiano soddisfatto l'obbligo formativo individuale triennale, di completare il conseguimento dei crediti con formazione ECM svolta nel triennio 2017-2019. I crediti acquisiti entro il 31 dicembre 2019, quale recupero del debito formativo e trasferiti per competenza al triennio 2014/16, non saranno chiaramente considerati ai fini del soddisfacimento dell'obbligo per il triennio 2017/2019).

IN BREVE n. 024-2019 a cura di Marco Perelli Ercolini


21.06.2019 - ECM e MEDICI IN PENSIONE

La FEDER.S.P.eV. (Federazione Sanitari Pensionati e Vedove) aveva chiesto alla Federazione Naz.le degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri se il medico pensionato iscritto all'Ordine è tenuto obbligatoriamente a partecipare a corsi ECM.

La FNOMCeO aveva risposto che i pensionati, che non svolgono la professione, seppur iscritti all'Albo professionale, non sono tenuti ai corsi ECM. Infatti la semplice condizione di iscrizione all'Albo professionale non implica l'obbligo di partecipare ai corsi ECM: al contrario è l'esercizio della professione che obbliga all'aggiornamento, considerato che per l'esercizio professionale è per legge obbligatorio essere iscritto all'Ordine, per non incorrere nel reato di esercizio abusivo della professione sanitaria.

IN BREVE n. 024-2019 a cura di Marco Perelli Ercolini


21.06.2019 - Crediti Ecm, ecco come comunicare l'autoformazione

Leggere libri oggi può portare fino a 30 crediti ECM a tutto il 2019. Il Manuale sulla Formazione continua del Professionista Sanitariodal 1° gennaio di quest'anno porta dal 10% al 20% il fabbisogno di crediti acquisibili con tale modalità nei tre anni del triennio formativo 2017-19. Lo ha deciso una delibera della Commissione Nazionale Formazione continua-CNFC uscente a fine 2018. La stessa delibera, del 27 settembre 2018, ha sancito che per questo triennio il sanitario (medico, infermiere, appartenente alle 22 professioni sanitarie di cui alla legge Lorenzin 3/18) deve assolvere da discente di eventi ECM almeno il 40% del proprio fabbisogno formativo di crediti nel triennio, al netto di possibili riduzioni da esoneri (gravidanze, master etc) mentre il residuo 60% può essere maturato anche con docenze in eventi ECM o "formazione individuale". Quest'ultima può consistere in: attività di ricerca scientifica (pubblicazioni scientifiche, sperimentazioni cliniche); tutoraggio individuale; formazione individuale all'estero; autoformazione vera e propria. A sua volta, l'autoformazione consiste nella lettura di riviste scientifiche, di capitoli di libri e di monografie non accreditati come eventi ECM. Federazioni ed Ordini possono prevedere ulteriori tipologie in base alle esigenze di specifiche professioni. Il professionista può ottenere il riconoscimento di queste attività facendo domanda al proprio Ordine o collegandosi al sito Cogeaps. Qui presenterà un'autocertificazione firmata per ottenere crediti che vengono attribuiti su un criterio temporale, 1 ora di impegno corrisponde a 1 credito ECM. Di conseguenza saranno valorizzabili al massimo 30 ore per un obbligo formativo individuale di 150 crediti.

DoctorNews33 21.06.2019


HINWEIS - CME Triennium 2014-16

Wir erinnern alle Mitglieder - Ärzte und Zahnärzte - daran, dass Sie verpflichtet sind, sich ständig medizinisch fortzubilden und Fortbildungen durch den Erwerb von CME-Punkte zu besuchen, wie es auch gemäß unserer Berufsordnung Art. 19 "Ständige berufliche Aus- und Weiterbildung" vorgesehen ist.

Ab 2020 finden die Überprüfungen des Fortbildungstrienniums 2014-2016 von Seiten der Ärzte- und Zahnärztekammer statt, daher fordere ich die Mitglieder auf, der Fortbildungsverpflichtung durch Aktualisierung der Credits für den Dreijahreszeitraum 2014-2016 nachzukommen.

- Co.Ge.APS (National CME Plattform http://www.cogeaps.it/) für Freiberufler

- auf der CME Plattform der Provinz https://www.ecmbz.it/SpTheme_2/index2.htm?m_cAction=Abfrage für alle Angestellten und Konventionierten Ärzte und Zahnärzte des Südtiroler Sanitätsbetriebes die Veranstaltungen mit Autorisierung des Sanitätsbetriebes beucht haben

Für alle Mitglieder besteht die Möglichkeit, die fehlenden Credits für die Erfüllung der individuellen Fortbildungsverpflichtung des Trienniums 2014-16, die im aktuellem Dreijahreszeitraum 2017-19, innerhalb 31.12.2019 CME-Punkte erlangt wurden, zu verschieben. Die auf das Triennium 2014-16 verschobenen CME-Punkte werden für die Erfüllung der Verpflichtung des aktuellen Trienniums 2017-19 nicht mehr berücksichtigt.

Mit dem letzten Staaten - Regionen Abkommen vom 02.02.2017 besteht für jedes Mitglied die Möglichkeit, die Fortbildungsverpflichtung gemäß den folgenden Fortbildungsaktivitäten zu erfüllen:

Werden im Dreijahreszeitraum 2014-2016 keine CME-Punkte erreicht, wird ein Disziplinarverfahren angestrengt. Die Ärzte- und Zahnärztekammer ist verpflichtet, die Fortbildungsguthaben der einzelnen Kollegen zu überprüfen. 


24.05.2019 - Neue FAD-Kurse der Fnomceo

Annuncio nuovo corso FAD "Nascere in sicurezza" ed aggiornamento corsi attualmente disponibili su FadinMed


13.05.2019 - ECM - ANELLI AI PRESIDENTI D'ORDINE

Il Presidente Fnomceo Filippo Anelli ai Presidenti di Ordine e Commissione albo odontoiatri ribadisce che "l'aggiornamento è requisito indispensabile per svolgere attività professionale da dipendente o libero professionista e il medico, per tutta la sua vita professionale, deve perseguire aggiornamento costante e formazione continua assolvendo agli obblighi formativi".

Per Roberto Stella, Presidente dell'Ordine di Varese e Coordinatore Nazionale Area Strategica Formazione della Fnomceo, "l'ECM è un obbligo individuale, del medico e non dell'Ordine. La responsabilità in caso di mancato aggiornamento è del professionista. L'Ordine deve fare in modo che l'iscritto si adegui, non deve lasciare nulla d'intentato affinché la sua formazione sia all'altezza di prestazioni di qualità per i pazienti. Se nuove norme contempleranno sanzioni ordinistiche per chi non si aggiorna, ne andranno valutati tempi, entità e modalità. Al presente le priorità sono altre».

Va ricordato che il triennio formativo 2017-19 sta per finire e servirà per recuperare anche i crediti mancati nel precedente 2014-16.

Per il prossimo triennio, mentre si attende la nuova Commissione per la formazione continua in Agenas, gli Ordini hanno la consegna di avvisare gli iscritti in "deficit" con il punteggio. Di recente è stato sanzionato un dentista di Aosta per mancato aggiornamento: non ha accumulato punti sufficienti.

IN BREVE n. 019-2019 a cura di Marco Perelli Ercolini


09.05.2019 - Ecm, tempo fino a fine anno per ottenere i crediti necessari. Le novità sulle sanzioni

Le sanzioni ai medici che non si aggiornano sono una delle novità probabili dal 2020. Alcuni segnali importanti ne sembrano il preludio. Primo, il triennio formativo 2017-19 sta per finire e servirà per recuperare anche i crediti mancati nel precedente 2014-16; per il prossimo triennio, mentre si attende la nuova Commissione per la formazione continua in Agenas (potrebbe insediarsi ormai dopo le elezioni europee), gli ordini hanno la consegna di avvisare gli iscritti in "deficit" con il punteggio. Una lettera inviata dal presidente Fnomceo Filippo Anelli ai presidenti di Ordine e Commissione albo odontoiatri ribadisce che "l'aggiornamento è requisito indispensabile per svolgere attività professionale da dipendente o libero professionista e il medico, per tutta la sua vita professionale, deve perseguire aggiornamento costante e formazione continua assolvendo agli obblighi formativi". C'è poi la recente sentenza di secondo grado della Commissione Esercenti Arti e professioni sanitarie CCEPS che ribadisce la sospensione per 3 mesi di un dentista aostano, chiamato in causa per un contenzioso, e colpevole di non aver accumulato punti sufficienti. La stessa Federazione sta trasmettendo agli ordini i dati sui crediti accumulati dagli iscritti presso il portale delle professioni Cogeaps. Da alcuni commentatori si è levata l'osservazione secondo cui dal 2020 gli Omceo che non punissero chi a fine 2019 non abbia totalizzato un numero di crediti pari al fabbisogno potrebbero essere sanzionati per omissione di atti d'ufficio. Per Roberto Stella, Coordinatore Nazionale Area Strategica Formazione della Fnomceo, è del tutto prematuro ipotizzare scenari futuri. «Di qui a fine triennio mancano otto mesi e il tema non sarà all'ordine del giorno. Né fin qui lo prevede alcuna normativa. Come istituzione, l'ordine è chiamato a fare presenti le situazioni agli iscritti e a sensibilizzarli sull'importanza di adempiere all'aggiornamento. Ma l'ECM è un obbligo individuale, del medico e non dell'Ordine. La responsabilità in caso di mancato aggiornamento è del professionista. L'Ordine deve fare in modo che l'iscritto si adegui, non deve lasciare nulla d'intentato affinché la sua formazione sia all'altezza di prestazioni di qualità per i pazienti. Se nuove norme contempleranno sanzioni ordinistiche per chi non si aggiorna, ne andranno valutati tempi, entità e modalità. Al presente le priorità sono altre». ...

Mauro Miserendino - Doctor33


06.05.2019 - Certificati - imposta di bollo

Nel caso in cui il medico o l'odontoiatra richieda al proprio Ordine un certificato relativo al proprio status formativo con i crediti ECM acquisiti, si rileva che lo stesso sarà oggetto di imposta di bollo.

In questo caso andrà inoltre apposta nel certificato la dicitura di cui all'art. 40, comma 02, del D.P.R. 445/2000 (Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi).

Si ricorda agli iscritti che nei rapporti con gli organi della pubblica Amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47 del DPR 445/2000.


06.05.2019 - PRIMO MEDICO ITALIANO SOSPESO PERCHÉ NON IN REGOLA CON L'OBBLIGO ECM

PRIMO MEDICO ITALIANO SOSPESO PERCHÉ NON IN REGOLA CON L'OBBLIGO ECM da FimmgNotizie di martedì 30 aprile 2019

È toccata a un odontoiatra la prima sospensione dalla professione perché non in regola con l'obbligo ECM, l'Educazione continua in Medicina.

La Commissione Esercenti Arti e Professioni sanitarie CCEPS ha confermato in secondo grado la sospensione - seppur ridotta da 6 a 3 mesi - stabilita dalla Commissione Albo di Aosta (CAO) a carico di un dentista italiano che svolge la sua attività in parte anche a Nizza in Francia.

IN BREVE n. 018-2019 a cura di Marco Perelli Ercolini


02.05.2019 - Ecm, possibile boom sanzioni nel 2020. Ecco i rischi

Le sanzioni per chi diserta l'Ecm sono già operative. Quest'anno ancora medici e professionisti sanitari possono recuperare i crediti non maturati in passato, dal 2020 non è scontato che il tempo medichi le mancanze dei singoli. E potrebbero crescere censure e altre sanzioni ordinistiche previste dalla legge. Come quella comminata dall'Ordine dei Medici di Aosta ad un odontoiatra, 6 mesi di sospensione poi ridotti a 3 dalla Commissione Centrale Esercenti Arti e Professioni sanitarie. Una pena che fa scalpore per entità, per la conferma in secondo grado e perché è la prima volta che si colpisce un insufficiente aggiornamento. Il dentista opera fra Italia e Francia, fu denunciato per condotta colposa da una paziente in seguito a un intervento di fine 2011 poi ricondotto a mancanza professionale da omesso aggiornamento.

Mauro Miserendino - Doctor33


26.10.2018 - Triennio 2014/2016 - mettersi alla pari

Entro il 31/12/2018 è ancora possibile mettersi alla pari per il triennio 2014/2016.

Per chi avesse visto chiudersi il triennio formativo precedente senza aver totalizzato il numero di crediti obbligatori, è ancora possibile mettersi alla pari: è previsto, infatti, il meccanismo di recupero dei crediti che permette di spostare i crediti acquisiti successivamente, al triennio 2014-2016, così da raggiungere i requisiti richiesti.


14.06.2018 - CME Pflicht für Ärzte und Zahnärzte

Gli Ordini e le rispettive Federazioni nazionali hanno il compito di vigilare sull'assolvimento dell'obbligo formativo dei loro iscritti ed emanare, quando previsto dalla normativa, i provvedimenti di competenza in caso di mancato assolvimento di tale obbligo. In virtù di tale funzione di accertamento, la Fnomceo invita gli Ordini provinciali a sollecitare gli iscritti all'adempimento dell'obbligo formativo. Si sottolinea, inoltre, che la verifica per il triennio 2014-2016 non potrà avvenire prima del 31 dicembre 2018, mentre per l'attuale triennio (2017-2019) sarà possibile verificare l'assolvimento dell'obbligo non prima del 31 dicembre 2019, salvo eventuali proroghe.


16.03.2018 - Bonus Fortbildungsdossiers für das Triennium 2017-2019

Entrando sul sito Cogeaps si ha la possibilità di costruire il proprio dossier formativo. Si devono indicare gli obiettivi tecnico-professionali, di processo e di sistema in misura percentuale.

La creazione del dossier formativo da diritto al professionista all'assegnazione di 10 crediti per il triennio 2017-2019.

Se al termine del triennio sono state rispettate:

  1. Congruità del dossier con il profilo e la disciplina esercitata;
  2. Coerenza relativamente alle aree -pari ad almeno il 70%- tra il dossier programmato e quello effettivamente realizzato;

al professionista vengono asseganti 20 crediti per il triennio 2020-2022.

 


19.02.2018 - Triennio 2014-2016 recupero e spostamento crediti

La CNFC-Commissione Nazionale per la Formazione Continua ha confermato la possibilità per tutti i professionisti sanitari di effettuare le operazioni di spostamento dei crediti acquisiti nel 2017 a recupero del debito formativo del triennio 2014 -2016.

Tale recupero è fattibile entro e non oltre il 31 dicembre 2018, purché i crediti siano stati conseguiti entro il 31 dicembre 2017.

È possibile effettuare l'operazione autonomamente all'interno dell'area riservata ai singoli professionisti nel portale del CoGeAPS.

Ovviamente i crediti acquisiti nel 2017, quale recupero del debito formativo per il triennio 2014/2016, non saranno computati ai fini del soddisfacimento dell'obbligo formativo relativo al triennio 2017/2019. Chi riscontrasse difficoltà attuative nelle operazioni di recupero potrà rivolgersi alla segreteria dell'Ordine.


07.02.2018 - Bonus Impfung für das Triennium 2020-2022


15.09.2017 - Recupero crediti formativi: c'è tempo fino al 31/12/2017


06.07.2017 - Spese formazione integralmente deducibili con soglia


26.06.2017 - Beschlüße und Mitteilungen der CNFC


 

06.06.2017 - Verzeichnis der Arbeitsmediziner - Betriebsärzte: Abklärungen und Vorgehensweise


Registrierung der CME Bildungsguthaben

Die Registrierung der CME Bildungsguthaben im persönlichen Fortbildungsdossier ist jederzeit möglich da es hierfür keine Fälligkeiten gibt und wird wie folgt durchgeführt:

 


22.12.2016 - Triennio 2014-2016 completamento dell'obbligo formativo

Ci sarà tempo per tutto il 2017 per mettersi in pari con i crediti Ecm relativi al triennio 2014 – 2016, potendo acquisire sino al 50% del punteggio complessivo (150 crediti al netto di esoneri ed esenzioni).

Per il triennio 2017-2019 saranno 150 i crediti da maturare, fatti salvi esoneri, esenzioni ed eventuali altre riduzioni (v. delibera del 4 novembre). Meccanismo premiante per i professionisti che, nel precedente triennio, si siano dimostrati "virtuosi": la Commissione ha infatti previsto una riduzione di 15 crediti per i sanitari che abbiano soddisfatto il proprio dossier formativo individuale, alla quale si sommano uno "sconto" di 30 crediti per coloro che abbiano acquisito tra 121 e 150 crediti o di 15 crediti se il "punteggio" si assesta tra 80 e 120.

Partiranno a gennaio i nuovi corsi Fad della Fnomceo, offerti gratuitamente a tutti i medici e gli odontoiatri tramite la piattaforma Fadinmed. A inaugurare la serie, un corso sulle Vaccinazioni.


02.12.2016 - Sconti e bonus, novità dal 2017

La formazione continua tiene. Registriamo ben 966 mila iscritti ai corsi nel triennio 2014-16 (dato non ancora definitivo) ma alcuni si aggiornano oltre il dovuto ed altri meno». Sergio Bovenga presidente del Consorzio CoGeAPS che gestisce i crediti formativi di tutte le 30 professioni sanitarie (oltre 1.000.000 di professionisti) riassume i dati del convegno nazionale "Le professioni sanitarie ed il sistema Ecm tra presente e futuro.

I medici italiani acquisiscono i crediti un po' con la logica dei polli di Trilussa. Se rapportiamo a un pasto i 150 crediti che servono - teoricamente - in un triennio, c'è chi ha mangiato un pollo e mezzo e chi mezzo pollo: in altre parole, la formazione continua tiene. Registriamo ben 966 mila iscritti ai corsi nel triennio 2014-16 (dato non ancora definitivo) ma alcuni si aggiornano oltre il dovuto ed altri meno». Sergio Bovenga presidente del Consorzio CoGeAPS che gestisce i crediti formativi di tutte le 30 professioni sanitarie ...


26.08.2016 - Flessibilità: valide per tutti, le regole per i liberi professionisti


05.07.2016 - Crediti Ecm, tutte le cose da sapere prima di considerarsi in debito formativo

Scade il 31 dicembre di quest'anno il triennio formativo Ecm, e l'estate è la stagione naturale per monitorare i crediti. Per capire quanti se ne sono conseguiti, e se ne servono altri, al professionista basta collegarsi al sito dell'Agenzia dei servizi sanitari regionali MyEcm o al sito istituzionale del Consorzio gestione anagrafica professioni sanitarie gestito da Ordini, Collegi e Associazioni. Entrambi riportano i crediti suddivisi per anno e tipo di offerta formativa e gli eventi per i quali sono stati conseguiti crediti. MyEcm riporta anche un elenco di eventi nazionali di prossimo svolgimento, filtrato sulla base delle discipline associate; per contro riporta solo eventi nazionali o prodotti da provider di regioni con cui l'Agenzia Agenas ha convenzioni. Cogeaps invece offre sia gli eventi nazionali sia quelli delle regioni, e ha una pagina personale che l'iscritto può arricchire, e consente di parametrarsi in modo oggettivo ai fini della misurazione del fabbisogno formativo, come spiega Sergio Bovenga presidente Cogeaps.



10.06.2016 - Spese deducibili al 100% per i lavoratori autonomi


ECM-FAD Kurse der FNOMCeO

Die Unterlagen der ECM-FAD Kurse der FNOMCeO:


20.05.2015 - Ecm: sanzioni per chi non si aggiorna, se ne occuperà la prossima Commissione


21.04.2015 - Ecm - "Odontoiatri - adempiere all'obbligo dell'aggiornamento"


27.11.2014 - Ecm anche negli studi privati per i liberi professionisti dal 2015


26.11.2014 - Ecm, sanzioni operative solo per alcuni. Conte: poco etico estenderle a tutti


14.04.2014 - Ecm, Conte: certificazione delle competenze per il salto di qualità


25.03.2014 - Ecm, ispettori in campo: occhio alle verifiche di apprendimento


NÜTZLICHE LINKS